<Possiamo aiutarti/>

Che cosa stai cercando?

>2022

Care Socie e Cari Soci,

l’Assemblea Elettiva del 7 maggio 2022 ha riconfermato il gruppo dirigente uscente.

Il documento programmatico presentato da una lista unica ha evidenziato i punti salienti che hanno caratterizzato la governance di questi quattro anni trascorsi:

  • Dal 2018 al 2022 abbiamo ripianato totalmente il debito ereditato da precedenti gestioni (più di 400 mila euro)
  • Nel 2021 abbiamo partecipato al Bando per l’assegnazione degli spazi del Bellezza messo in atto dal Comune di Milano e vinto con un progetto sociale, di riqualificazione e di messa a norma che consente di avere un contratto per i prossimi 18 anni
  • Nel 2020 e 2021, nonostante il difficile periodo e le lunghe chiusure del Bellezza a causa del COVID-19, abbiamo saputo stare uniti e con determinazione abbiamo continuato il nostro lavoro di Circolo, proponendo progetti sociali e culturali come “La Città di Tutti”, ci siamo messi a disposizione non solo dei nostri Soci, ma dell’intera comunità consegnando pacchi alimentari, libri e un sorriso con il progetto AiutArci a Milano.

Oggi il nostro gruppo dirigente riparte con l’obiettivo di rendere questo posto ancora più accogliente e attento ai bisogni e alle emergenze che sempre di più caratterizzano il nostro tempo, con un’apertura a 360° sulla società che ci circonda, con proposte sociali, culturali e musicali di livello, sviluppando iniziative di relazione di Rete, creando bellezza e accoglienza. Un posto dove sentirsi “a casa”, dove pensare, agire, partecipare e condividere; un posto dove si preserva la memoria per salvaguardare il futuro.

Il luogo di tutti e per tutti.

Care Socie e cari Soci vi ringraziamo ancora per la fiducia che avete posto in noi, ma la vita del Circolo ha bisogno di essere alimentata dalla vostra partecipazione e dai vostri stimoli, perciò vi aspettiamo!

Il Consiglio Direttivo:
Fabio Paolo Costanza, Elena Cozzi, Massimo Diani, Alberto Franceschini, Michele Gianotti, Alessandra La Terza, Claudio Minervino, Alberto Molteni, Ornella Rigoni