<Possiamo aiutarti/>

Che cosa stai cercando?

Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Stella Diana + We Melt Chocolate + Bear of Bombay

8 Aprile | 9:00 pm - 11:30 pm

VENERDI 8 APRILE 2022 H.21:00 PALESTRA VISCONTI – Ingresso con tessera Arci e Super Green Pass

.

Stella Diana + We Melt Chocolate
+ Bear of Bombay & Depo DJset
Powered by In A State of Flux Festival
.
STELLA DIANA – RELEASE PARTY
Si chiama Nothing to Expect, il nuovo album degli Stella Diana è uscito a Febbraio per Vipchoyo/A State of Flux Records. La band partenopea, ormai istituzione dell’underground, pubblica il nuovo album ribadendo e spingendo ancora di più sulle coordinate che l’hanno resa una delle bands più stimate in Italia e all’estero. Nothing to Expect unisce sapientemente new wave, trame oscure post punk e spiragli di luce shoegaze evidenziando, stavolta, un’apertura più sfacciata verso la melodia.
Definiti dalla stampa specializzata italiana ed estera una delle migliori bands europee del genere.
Nati da Dario Torre e Giacomo Salzano rispettivamente chitarra/voce e basso che, dopo aver registrato con drum machine il primo demo su cassetta, stabilizzano in modo canonico la formazione con un vero batterista, registrando così altri due demo autoprodotti: il primo nel 1999 ed il secondo l’anno dopo. Di pari passo ci sono anche i primi primi live a Napoli e dintorni, con concerti di supporto a band quali Karate e Votiva lux partecipazioni a festival musicali accanto a band come Clan of Xymox e supporto ad artisti come Patrick Duff degli Strangelove.
Nel 2005, con l’ingresso nel gruppo di Raffaele Bocchetti come chitarra solista, arrivano le prime esibizioni ai live festival tra cui il Six Days Sonic Madness e il primo disco autoprodotto “Luce al centro” registrato presso lo studio Cantine Sonore di Napoli. Dopo vari cambi di batteristi e con l’ingresso di Massimo Del Pezzo si giunge al primo lavoro ufficiale “Supporto colore” edito per la Seahorse Recordings di Paolo Messere, mente dei Blessed Child Opera. Il disco, ottimamente recensito e considerato dalla critica specializzata, è seguito da un lungo tour in Italia e all’estero.
Nel 2010, grazie all’interessamento della label catalana “Siete señoritas gritando”, la band registra a Barcellona il secondo lavoro, Gemini, che viene pubblicato solo in Spagna ad aprile dello stesso anno ricevendo lusinghieri apprezzamenti anche in terra iberica. Il gruppo comunque decide di pubblicare il disco anche nel proprio paese e l’opportunità arriva grazie all’interessamento della Happy/mopy, etichetta napoletana che edita Gemini nella primavera del 2011 prima digitalmente poi su cd. Anche in questo caso, ottimi sono i riscontri critici sia sul web che sulla carta stampata. Nel marzo del 2012, entra nella band il nuovo batterista Davide Fusco già membro dei succitati Blessed Child Opera e degli storici Trees, band di culto dark e new wave di Napoli, seguito poi in autunno dall’ingresso di Roberto Amato alle chitarre.
.
WE MELT CHOCOLATE:
Uno shoegaze denso di vibrazioni soniche, intenso e languido come cioccolato fuso. I We Melt Chocolate masticano sonorità cadenzate dalle tinte noise, consapevoli dell’eredità MBV ma anche strizzando l’occhio a band come Lush e Sugarcubes. Attivi dal 2012 con un EP ed un Album (S/t) per Annibale Records, i WMC hanno aperto per varie band di fama internazionale come Shivas, Holy Wave, Asteroids #4, The Underground Youth, His Clancyness, Magic Shoppe e Your 33 Black Angels. I WMC fanno parte del collettivo di musicisti chiamato In A State Of Flux, nome dell’omonimo festival, che comprende Band provenienti da tutta Italia di stampo shoegaze, dream pop, psychedelic, wave e post punk.
.
BEAR OF BOMBAY:
Tra cadenzati trip kosmische ed esplosioni di colore e melodia, Bear Of Bombay è il nuovo progetto solista del songwriter e musicista milanese Lorenzo Parisini. L’EP di esordio ‘Something Stranger’, pubblicato a febbraio 2021, e’ un viaggio attraverso gli ’80 e ’90 che distilla cinque brani caratterizzati da un mix di chitarre eteree, tappeti di synth, loop ritmici e armonie minimali. Il tutto dentro una solida impronta new wave.
“Le idee ci sono e anche forte personalita’. Il pop elettronico, con qualche venatura di psichedelia e qualche eco wapor-wave di Bear of Bombay funziona a meraviglia” – Rockit // “Cinque tracce che hanno colpito nel segno. Merito di Parisini, capace di reinventarsi unendo influenze molto diverse in modo funzionale e dinamico.” – IndieForBunnies // “Un comparto elettronico (’80/’90) che suona piacevolmente datato, una misurata dose di perdizione onirica, una palpabile attrazione verso le declinazioni piu’ melodiche del kraut e una voce che ricorda vagamente Richard Butler” – Rumore.
.
Prevendite Consigliate: https://bit.ly/3iuHi2d

Dettagli

Data:
8 Aprile
Ora:
9:00 pm - 11:30 pm
Categoria Evento: